Apice-Hirpinia Section of Naples-Bari Railway

Apice-Hirpinia Section of the Naples-Bari Railway Line Earns Envision Platinum Award for Sustainable Infrastructure

–English translation follows–

L’itinerario Napoli – Bari è parte integrante del Corridoio ferroviario Scandinavia-Mediterraneo della Rete Transeuropea dei Trasporti (TEN-T). L’intervento di potenziamento in corso di realizzazione consiste nel raddoppio e nella velocizzazione fino a 200 km/h di alcune tratte dell’attuale linea al fine di incrementarne la capacità, la frequenza e la regolarità dei servizi di trasporto, migliorare l’accessibilità del territorio e facilitare gli spostamenti da Bari verso Napoli e Roma: nel 2026, alla conclusione prevista dei lavori, sarà possibile andare da Bari a Roma in c.a. 3 ore e a Napoli in c.a. 2 ore. L’intera opera, realizzata per lotti funzionali che saranno progressivamente attivati all’esercizio, costerà in totale 6,2 miliardi di Euro, in gran parte finanziati dallo Stato Italiano con partecipazione anche di fondi EU. L’opera si pone anche l’obiettivo di piena integrazione del sistema ferroviario con il tessuto regionale costituito da nodi urbani, portuali, aeroportuali e logistici. La linea sarà, inoltre, affiancata da altre infrastrutture lineari in modo da costituire un “Corridoio Multifunzionale”, caratterizzato dalla dorsale ferroviaria, da una dorsale di trasmissione elettrica, che consentirà – nel medio termine – di aumentare il bilanciamento e il carico in tempo reale delle energie rinnovabili e che – nel lungo termine – sarà parte della “European Supergrid 2050”, e da una dorsale digitale che consentirà di connettere con fibra ottica i territori attraversati e le stazioni ferroviarie.

La certificazione Envision è stata conseguita per la Tratta ferroviaria Apice-Hirpinia, infrastruttura progettata da Italferr per il committente RFI. La tratta costituisce il 1° Lotto Funzionale del progetto di raddoppio e potenziamento della tratta Apice – Orsara dell’itinerario Napoli Bari, compreso tra la Stazione di Apice e la nuova fermata di Hirpinia per una estensione complessiva di circa 18,7 Km di linea e comprende una serie di interventi in variante rispetto alla linea storica prevedendo la realizzazione della nuova Stazione di Hirpinia e della nuova fermata di Apice ma, soprattutto, interventi di potenziamento dell’accessibilità delle aree interessate dal progetto.

La tratta Apice-Hirpinia interessa il tratto centrale della direttrice Napoli – Bari e risulta strategica nel riassetto complessivo dei collegamenti metropolitani, regionali e lunga percorrenza previsto con la realizzazione di tutto il potenziamento.

Il progetto affronta in modo proattivo lo sviluppo socioeconomico del Mezzogiorno garantendo un’elevata qualità della vita delle Comunità a lungo termine. La tratta ferroviaria Apice – Hirpinia si inserisce infatti nel più ampio ambito di riqualificazione e potenziamento dell’itinerario ferroviario Roma – Napoli – Bari finalizzato a rispondere all’esigenza prioritaria di favorire l’integrazione dell’infrastruttura ferroviaria del Sud – Est con le Direttrici di collegamento al Nord del Paese e con l’Europa, riconnettendo l’area campana e quella pugliese, con l’obiettivo di realizzare una rete di servizi al fine di ottimizzare lo scambio commerciale, culturale e turistico tra le varie città e relative aree urbane attraverso il miglioramento della competitività del trasporto su ferro ottenuto riducendo tempi di percorrenza ed incrementando i livelli prestazionali.  Tale impegno è stato ratificato dal raggiungimento del livello massimo di certificazione “Platinum”.

Il Protocollo Envision ha rappresentato un valido strumento per attestare l’impegno progettuale nella ricerca di soluzioni più efficaci in termini di sostenibilità e nel garantire un approccio olistico nelle fasi di progettazione, realizzazione ed esercizio. Attraverso l’applicazione del Protocollo è stato possibile, infatti, misurare in modo oggettivo la sostenibilità del progetto infrastrutturale, rendendo disponibile una lettura chiara ed accurata del significato complessivo dell’opera nel territorio e delle scelte progettuali effettuate tenendo conto delle esigenze espresse dalle comunità interessate, delle peculiarità dell’ambiente in cui l’opera si inserisce, degli obiettivi di mobilità sostenibile perseguiti dallo specifico progetto.

Attraverso il Protocollo è stato possibile valorizzare il dialogo e la sinergia con le comunità interessate affinché la realizzazione dell’opera fosse realmente un’opportunità di connessione dei territori e non un mero attraversamento degli stessi. L’istituzione di un tavolo tecnico con la Regione Campania e gli Enti locali ed una costante condivisione sociale hanno accompagnato lo sviluppo dello specifico progetto favorendo l’integrazione dell’infrastruttura in un’ottica di crescita inclusiva del Mezzogiorno.

_________________________________________________________________________________________

The Naples-Bari line is an integral part of the Scandinavian-Mediterranean railway corridor of the Trans-European Transport Network (TEN-T). The expansion project, currently being carried out in phases, consists of doubling and speeding up some sections of the current line to 200 km per hour in order to increase the capacity, frequency and regularity of transport services; improve accessibility; and facilitate more efficient travel from Bari to Naples and Rome. In 2026, the year in which this project is expected to be completed, it will be possible to go from Bari to Rome in about three hours and from Bari to Naples in about two.

The entire project will cost a total of 6.2 billion euros, mostly financed by the Italian State with some European Union (EU) funds. This project aims to fully integrate the railway system with the regional network made up of urban, port, airport and logistics transportation nodes. The line will be flanked by other linear infrastructure in order to constitute a “Multifunctional Corridor”, characterized by the railway backbone and an electric transmission infrastructure which will allow, in the medium term, to increase the balancing and the load in real time of renewable energy and over the longer term, it will be part of the “European Supergrid 2050”, together with a digital backbone that will facilitate connections among railway stations across territories through fiber optics.

Envision verification has been obtained for the Apice-Hirpinia railway section, designed by Italferr for its client RFI. This constitutes the 1st Functional Lot of the project for doubling and upgrading the Apice – Orsara section of the Naples – Bari line, between the Apice Station and the new Hirpinia stop for a total extension of approximately 18.7 km of line. The project integrates well with the historical line, preserving important historical characteristics and improves accessibility.

The Apice-Hirpinia section represents the core of the Naples – Bari line and plays a key role in the overall reorganization of the metropolitan, regional and long-distance connections planned with the completion of the upgrade. This project proactively addresses the socio-economic development of Southern Italy by guaranteeing, in the long-term, a high quality of life for host and affected communities. The Apice – Hirpinia railway section is in fact part of the wider redevelopment and strengthening of the Rome – Naples – Bari railway line aimed at encouraging the integration of the South – Eastern railway infrastructure with Northern Italy and then with Europe, putting the Campania and Puglia areas back at the centre with the aim of creating a network of services to optimize the commercial, cultural and touristic exchange between different cities and urban areas with the improvement of the competitiveness of rail transport obtained through reduction of travel times and increase of performance levels.

This commitment has been underlined by the achievement of the Envision Platinum award level, the highest of the Envision award levels. The Envision framework is a useful tool to validate project commitments through third-party verification. It provides project teams with guidance on how best to improve sustainability and ensures a holistic approach to sustainability throughout the project’s life-cycle, from the earliest planning and design stages, through to project implementation and operations and maintenance phases. In fact, through the application of the Envision framework, it has been possible to objectively measure the sustainability of this infrastructure project, making available a clear and accurate understanding of the overall value of the project within the area and to validate the design choices made by the project team which take into account the needs of impacted communities, the environment and the sustainable mobility targets set by the project.

In addition, through the use of Envision, it has been possible to enhance the dialogue and synergy with the impacted communities along the rail line. In this way, the realization of the project has really been an opportunity to connect territories rather than merely crossing through them. The establishment of a technical panel with the Campania Region and local authorities, together with regular updates and engagements with the communities involved accompanied the development of this specific project by promoting the integration of the infrastructure with a view to inclusive growth of the South.

Translate »